Torino “Italian Job” 1969


Siete curiosi di vedere quanto sia cambiata Torino negli ultimi 50 anni? La trama del film è conosciuta, se invece non la conoscete è un’occasione per vedere un vecchio e leggero film. Sia chiaro nulla a che vedere con il remake girato a Venezia nel 2003 con Charlize Theron I tre protagonisti del film a bordo di tre Mini Cooper…

...continua »

La grande avventura dell’Orient Express


Un nome che ha fatto sognare generazioni di viaggiatori e stuzzicato la fantasia di romanzieri, da Agatha Christie con Assassinio sull’Orient Express a Ian Fleming con 007, dalla Russia con amore. Ma è anche un nome che evoca storie di vere spie, intrighi e mistero. La grande avventura iniziò il 4 ottobre 1883, quando, tra nuvole di vapore e fischio…

...continua »

Le aperture straordinarie dei Musei Reali di Torino in occasione del ponte di Ferragosto


Martedì 14 agosto (20–23) Apertura serale straordinaria dei Musei Reali Ingresso a tariffa speciale di € 3   Mercoledì 15 agosto (21-24) Apertura serale straordinaria dei Musei Reali per Ferragosto Ingresso a tariffa speciale di € 3   Le aperture serali si svolgono nell’ambito del calendario speciale Reale + Rendez-Vous, dodici occasioni speciali per festeggiare l’estate nella cornice unica dei…

...continua »

Ricette che vengono da lontano


Dalla tavola dei Savoia ai giorni nostri. DE’  CARDI ovvero…  LA  BAGNA-CAÔDA Si  servono  anche  così  crudi,  dopo  di  esser  ben  mondati,  si  fa  bollire  dell’olio,  e  sale,  e si  stempra  dentro  delle  acciughe,  ed  in  questa  salsa  calda  si  bagna  il  Cardo. Il  cuoco  piemontese  perfezionato  a  Parigi,  1775,  pp.  276-7) Se  oggi  si  pensa  alla  cucina  piemontese,  la  bagna-caôda  è …

...continua »

Alla tavola del “Re Sole”


Pietanze prelibate e una sfarzosa “mise en place” alla tavola del Re Sole, dove sedevano anche migliaia di persone. Agli ordini dell’esigente maître una schiera di chef, sous chef, sommelier, rosticcieri e pasticcieri si affannava nelle grandi cucine, dove fuochi e forni erano sempre accesi e le grandi marmitte non smettevano mai di sobbollire. Dalle cantine, le cui chiavi erano…

...continua »

La Cucina del Buon Gusto


Biblioteca  Reale  – fino   a  sabato  8  settembre  2018  La  Cucina  di  Buon  Gusto Rappresenta un  viaggio  tematico  intorno  al  cibo per  mostrare  l’arte  della  buona  tavola a  corte attraverso l’esposizione  di  rari  e  preziosi  ricettari  dal  Seicento  all’Ottocento,  porcellane  e  argenti  reali,  disegni,  manoscritti  dei  più  celebri  trattati  culinari  del  Settecento. I  Musei  Reali  conservano  una  prestigiosa  collezione  di …

...continua »

Mostre d’autunno.


Una piccola  selezione delle mostre in arrivo il prossimo Autunno in Italia.   Tintoretto 500 – Palazzo Ducale e Gallerie dell’Accademia (Venezia), dal 7 settembre 2018 al 6 gennaio 2019 La Fondazione Musei Civici di Venezia e la National Gallery of Art di Washington hanno avviato dal 2015 un progetto di ricerca per festeggiare i 500 anni dalla nascita di Jacopo Tintoretto,…

...continua »

Giorgio De Chirico


Capolavori dalla collezione di Francesco Federico Cerruti La mostra Giorgio de Chirico. Capolavori dalla Collezione di Francesco Federico Cerruti a cura di Carolyn Christov-Bakargiev e Marcella Beccaria presenta per la prima volta al Castello di Rivoli un selezionato nucleo di capolavori di Giorgio de Chirico provenienti dalla collezione di Francesco Federico Cerruti, offrendo così alla fruizione pubblica opere sino a ora celate nella…

...continua »

Amsterdam – Vans x Van Gogh Museum.


L’arte del grande artista incontra la collezione di prodotti dell’azienda statunitense  “La nostra missione è di rendere la vita e il lavoro di Vincent van Gogh accessibili a quante più persone possibile per arricchirli e ispirarli” dice Adriaan Dönszelmann, Amministratore delegato del Van Gogh Museum. Dal 3 agosto è disponibile la capsule collection Vans dedicata ai capolavori di Vincent Van Gogh, ma a dire…

...continua »

L’ultimo spartito di Rossini


Passy, 1868. Sono più di trent’anni che Gioachino Rossini si è chiuso in un lungo e doloroso silenzio lavorativo, abbandonando l’opera e scrivendo unicamente musica sacra e strumentale, fra cui i Péchés de vieillesse. Nelle serate musicali organizzate nella casa di Parigi e nella villa di Passy, gli fanno compagnia vecchi e nuovi amici: musicisti, compositori e letterati del tempo come Wagner e…

...continua »
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com