NEWS | ART SITE FEST 2021 | SHAPES OF LIVING – LIVING EARTH

L’EDIZIONE 2021

L’edizione 2021 di Art Site Fest è dedicata al tema della prossimità e intende interrogarsi sul valore che la vicinanza, il contatto, la contiguità fisica oltre che mentale e sociale, hanno per la nostra cultura.

LA PROSSIMITÀ CON IL VIVENTE

La pandemia ci ha fatto scoprire quanto tutto il vivente sia in contiguità. Con la diffusione del virus, abbiamo imparato che il salto di specie avviene tanto più facilmente quanto più gli habitat si sovrappongono. Deforestazione, urbanizzazione e alterazione del clima impoveriscono la diversità biologica, garanzia di spazio di vita. Ripensare la prossimità del vivente, nel rapporto con le altre specie animali e vegetali, conservare il nostro pianeta come casa comune, diviene perciò necessario e urgente.

IL PROGETTO PER HERITAGE LAB DI ITALGAS

Italgas è il primo operatore in Italia nella distribuzione del gas e il terzo in Europa: gestisce una rete di distribuzione che si estende complessivamente per circa 74.000 chilometri attraverso la quale, nel corso dell’ultimo anno, ha distribuito circa 9 miliardi di metri cubi di gas a 7,7 milioni di utenze. Il Gruppo è titolare di 1.886 concessioni, con una presenza storica nelle maggiori città del Paese. Oggi l’azienda guarda soprattutto al futuro, con obiettivi di crescita e di sviluppo chiari, un importante piano di investimenti per la progressiva estensione del servizio e l’adozione delle tecnologie digitali che rendono ogni giorno la gestione delle reti sempre più efficiente e che preparano l’infrastruttura all’arrivo dei gas rinnovabili come biometano, metano sintetico e idrogeno.

Italgas si impone sul mercato internazionale per la forte spinta all’innovazione e l’attenzione alla sostenibilità. La sostenibilità guida le scelte aziendali, diventando parte integrante della quotidianità, caratterizzata sempre più da mobilità flessibile, digitalizzazione e stili di vita green e responsabili. Proprio alle operazioni di digitalizzazione e meta-datazione è dedicata la nuovissima struttura dell’Heritage Lab di Italgas, che lavora su tre chilometri lineari didocumenti conservati presso l’Archivio storico aziendale. Un progetto importante, una nuova “officina digitale” per portare il passato nel futuro.

In questo orizzonte di valori, Art Site Fest propone per l’edizione 2021 un progetto per gli spazi dell’Heritage Lab di Italgas, in Corso Palermo 4, a Torino. La moderna struttura che incarna l’attenzione che la storica azienda torinese dedica al tema della sostenibilità e dell’innovazione si sposa perfettamente con l’attenzione di Art Site Fest alle tematiche ecologiche.

SHAPES OF LIVING – LIVING EARTH

Il progetto comprende un’esposizione fotografica e una performance live audio-visiva. Vuole raccontare attraverso le immagini la varietà della vita, la ricchezza delle sue forme e, al tempo stesso, la sua unicità, così da sollecitare nel pubblico una riflessione sulla sostenibilità delle risorse naturali e la necessità dell’attenzione all’ecologia.

Il progetto consiste in una mostra che nasce da una call, avviata il 22 aprile scorso, giornata mondiale della Terra, indirizzata a decine di fotografi da tutto il mondo.

Una commissione composta da Luca Mercalli, Elena Franco, Tiziana Bonomo, Domenico Maria Papa e Chiara Ganz, ha scelto le 50 foto più interessanti che saranno esposte all’interno degli spazi dell’Heritage Lab.

Su centinaia di immagini da tutto il mondo, la commissione di esperti ha effettuato un’attenta selezione per comporre un mosaico visivo che documenta la varietà delle forme di vita sul nostro pianeta: un corale richiamo alla bellezza della natura e alla necessità di prendersene cura.

Alla rassegna fotografica è dedicato uno spazio web, consultabile in mostra, attraverso QR Code e un catalogo cartaceo che verrà presentato nel corso della mostra, edito da Teca.

La serata inaugurale prevede una conversazione tra Luca Mercalli e Domenico M Papa, su come i media, in particolare la fotografia, ma per estensione tutte le arti visive possono contribuire a una maggiore coscienza ecologica.

Alla conversazione segue una performance sonoro-visiva realizzata da Project-To, gruppo multimediale torinese che si è distinto nel panorama della musica elettronica, con importanti progetti multimediali per eventi e musei.

Passato e innovazione si intrecciano nelle proiezioni visive dell’artista Laura Pol, con rielaborazioni in chiave moderna di file e documenti provenienti proprio dall’Archivio storico di Italgas. Le creazioni visive sono strettamente connesse alle interpretazioni artistiche sonore elaborate in live da Riccardo Mazza. Un live audio-visuale dedicato alla sostenibilità e al concetto di prossimità tra gli individui nel loro rapporto con il vivente.

LA COMMISSIONE

Elena Franco (Torino, 1973) è architetto e fotografa. Lavora su progetti artistici di valorizzazione urbana e territoriale. Dal 2014 espone con regolarità in sedi istituzionali e musei in Italia e all’estero. Le sue opere fanno parte di collezioni pubbliche e private e con il progetto Imago Pietatis realizzato per la Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna che è tra i vincitori del Premio New Post Photography di MIA Fair 2020. Scrive per «Il Giornale dell’Architettura». È direttore artistico di Fondazione Arte Nova e collabora come curatrice con il Museo Villa Bernasconi a Cernobbio (CO). È consigliere di Compagnia di San Paolo.

Tiziana Bonomo ha lavorato a lungo nel marketing e nella comunicazione di grandi aziende internazionali comeL’Oreal e Lavazza. Ha fondato ArtPhotò per la promozione di progetti legati alla fotografia di documentazione e impegno sociale. Per ArtPhotò ha ideato e curato numerose mostre ed eventi, tra questi la collaborazione con Domenico Quirico che ha portato alla pubblicazione del libro Il fascino dell’imperfezione. Dialoghi con Domenico Quirico. Ha inoltre curato la mostra Chi Legge di Claudio Montecucco inserita nel programma Piemonte che legge e l’esposizione Transmissions People-to-People dei fotografi Baldizzone al Museo Nazionale del Risorgimento.

Domenico Maria Papa è il direttore artistico di Art Site Fest, festival dedicato ai linguaggi della contemporaneità nei luoghi storici del Piemonte, giunto nel 2021 alla settima edizione. È stato docente presso l’Università La Sapienza di Roma, Link Campus e presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia. Da molti anni si occupa di progettazione culturale per enti pubblici e di comunicazione dei beni culturali per il Ministero della cultura. Ha curato numerose mostre inspazi pubblici e privati.

Chiara Ganz, Direttore Relazioni Esterne e Sostenibilità di Italgas è laureata in Economia, nel 2001 entra nella Direzione Global Relationship Banking di Banca Intesa BCI dove collabora a supporto dei team di sviluppo e advisory di grandi progetti. Nel 2003 entra nella Direzione Relazioni Esterne e Comunicazione di Finmeccanica – oggi Leonardo – dove si occupa di Comunicazione Esterna e Immagine e segue in particolare il progetto di realizzazione del nuovo marchio Finmeccanica e il restyling della brand architecture di gruppo. Nel 2009 diventa responsabile delle Relazioni Esterne e Comunicazione di Thales Alenia Space Italia. Dal 2013 al 2016 è Responsabile della Comunicazione di Telespazio.

Luca Mercalli, docente universitario è autore di numerosi titoli di divulgazione scientifica sui temi della meteorologia, dell’ecologia e del cambiamento climatico. Scrive regolarmente su riviste quotidiani come «La Stampa» e «Repubblica» con cui collabora dal 1991 o «Rivista della Montagna», «Donna Moderna», «Gardenia».

Ha tenuto conferenze in Italia e all’estero, i suoi primi interventi televisivi datano 1990 per Rai 3 Ambiente Italia. Dal 2003 è a Che tempo che fa, dal 2005 a Rai 2 TG Montagne e dal 2008 Buongiorno Regione (TG Piemonte). Dal 2007 fa parte di Climate Broadcaster Network-Europe, gruppo di presentatori meteo televisivi voluto dalla Comunità europea per diffondere corretta informazione sui cambiamenti climatici. Nel 2015 ha condotto la trasmissione televisiva in prima serata Scala Mercalli, in onda per 6 puntate il sabato sera su Rai 3, incentrata sulla sostenibilità ambientale, con interventi dallo studio e documentari.

Project-To

Project-To nasce da un’idea di Riccardo Mazza, sperimentatore sonoro e docente presso la Scuola di AltoPerfezionamento Musicale di Saluzzo, noto in Italia e all’estero per le sue ricerche nel campo della psicoacustica e della valutazione del suono spaziale, e Laura Pol fotografa e videomaker, autrice di numerosi lavori nel mondo dell’arte, della cultura e dei musei. Si tratta di un progetto “autoriale” di musica elettronica e visiva, si sviluppa dall’interazione di elementi puramente elettronici con composizioni originali eseguite dal vivo insieme a elementi visivi realizzati anche in tempo reale durante il Live Set.

TEMPI

La serata inaugurale è giovedì 25 novembre 2021 a partire dalle ore 18,00. L’ingresso per la serata inaugurale è da Corso Palermo n° 4.

Per la partecipazione alla serata inaugurale il 25 novembre è necessaria la prenotazione a heritagelab@italgas.it

La mostra sarà visitabile il martedì e il giovedì dalle ore 15,00 alle ore 17,00 a partire dal 30 novembre 2021 fino al 27 gennaio 2022 compresi, previa prenotazione a heritagelab@italgas.it

Aperture straordinarie:

Sabato 4 Dicembre, dalle ore 15,00 alle ore 18,00

Sabato 22 Gennaio, dalle ore 15,00 alle ore 18,00

Per maggiori informazioni

Art Site Fest

https://www.artsitefest.it

@artsitefest

info.artsitefest@gmail.com

Heritage Lab Italgas

https://www.italgas.it/gruppo/la-nostra-storia/heritage-lab/

heritagelab@italgas.it